Il Neolitico/4 – Verso una nuova epoca

immagine per Il Neolitico/4 - Verso una nuova epoca
Il Neolitico/4 – Verso una nuova epoca

Il sito di Botteghino si trova nell’alta pianura a sud di Parma ed è datato tra la seconda metà e la fine del V millennio a.C. Qui sono stati messi in luce i resti di una capanna a pianta rettangolare e lati di circa 11×6 metri, un profondo pozzo per acqua, fosse di scarico, strutture di combustione, pozzetti e buche di palo probabilmente riconducibili a granai soprelevati. Tra la ceramica fine scompaiono i vasi a bocca quadrata e si affermano scodelle, tazzine, attingitoi con lunghi manici, vasi non decorati e simili alle produzioni francesi della Cultura di Chassey. Anche negli strumenti litici si riscontrano somiglianze con i materiali francesi e, in particolar modo, nell’impiego frequente della selce color miele, la più simile a quella diffusa in Francia.
Particolarmente importante è il ritrovamento di due lesine in rame e di un frammento di crogiolo in ceramica con evidenti residui di fusione: costituiscono le più antiche testimonianze emiliane di attività metallurgica.