13 maggio 1944-2024. 80°anniversario del bombardamento della Pilotta

2024-05-12T12:43:35+02:00

Il 13 maggio 1944, dopo una serie di precedenti bombardamenti a Parma e in provincia, le bombe anglo-americane raggiunsero nuovamente il centro cittadino, colpendo anche i suoi monumenti e palazzi: tra questi, la Pilotta. Del complesso furono colpite e, in parte, distrutte le ali meridionale ed occidentale con notevoli danni al Teatro Farnese ed alla Biblioteca Palatina.

Il bombardamento provocò, infatti, la parziale distruzione della Galleria Petitot. Solo grazie all’intervento dei padri benedettini e dei frati dell’Annunziata, che accorsero subito nel tentativo di recuperare libri, documenti e manoscritti dalle macerie, alcuni volumi vennero salvati ma circa 15.000 dei 310.000 libri del patrimonio della Galleria Petitot, della Sala di consultazione e dei Fondi conventuali andarono persi.
Il Teatro Farnese fu profondamente danneggiato, tanto da renderne necessaria la completa ricostruzione avvenuta tra il 1956 ed il 1960, con il ripristino dell’architettura e degli elementi decorativi secondo il disegno originario e con il riposizionamento delle poche porzioni di paramento e dei frammenti lignei originali risparmiati dalle bombe.
Le statue di Veleia del Museo archeologico si salvarono dai bombardamenti grazie al loro preventivo seppellimento nelle adiacenze del museo, così come le opere della Galleria Nazionale che si salvarono grazie al loro previdente trasferimento nel castello di Torrechiara.

A 80 anni da quel 13 maggio, convinti dell’importanza della memoria su cui costruire il presente e il futuro, offriamo una piccola mostra virtuale di fotografie che mostrano i danni riportati dal Complesso a seguito dei bombardamenti, affiancando ad esse, in alcuni casi, la foto di come si presenta oggi la medesima parte dell’edificio.

“La storia non serve a sapere dove si va, ma a sapere da dove vieni tu.”
Umberto Eco

Altre foto dei bombardamenti

EVENTI E NOVITÀ

Torna in cima