Conferenza “Il Teatro Farnese e il Gran Teatro del Mondo”

2020-09-01T16:07:32+02:00

Sabato 22 e domenica 23 settembre tornano, nei musei e nei luoghi della cultura di tutta Italia, le Giornate Europee del Patrimonio (GEP 2018), con visite, iniziative speciali e aperture straordinarie in orari e luoghi normalmente chiusi al pubblico riunite dal tema comune “L’Arte di condividere” per favorire lo sviluppo di legami più stretti e significativi fra i luoghi della cultura e il territorio, le comunità, le genti che rappresentano.

È in quest’ottica che sabato 22 settembre alle 17 presso il Teatro Farnese si inserisce la conferenza organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma in collaborazione col Complesso della Pilotta dal titolo “Il Teatro Farnese e il gran teatro del mondo” a cura di Bruno Adorni e Carlo Mambriani.
C’era davvero una sala d’armi precedente il teatro? Quali elementi all’antica furono inseriti nel primo tra i teatri moderni? Perché il Farnese è considerato così importante nel mondo come inizio del processo evolutivo che ha portato al teatro all’italiana? Quali furono i multiformi anche se difficoltosi usi del teatro dall’inaugurazione in poi? Si allagò veramente la cavea per una battaglia navale? Quante persone poteva contenere il teatro? Perché nei giudizi dei musicisti e dei visitatori l’acustica è giudicata pessima o eccellente? Calderon de la Barca scrive di gran teatro del mondo: che rapporto c’è con il senso del gran teatro di corte nella Pilotta? Come utilizzare ora con profitto e in sicurezza questo affascinante luogo di spettacolo?
Questi gli interrogativi a cui proveranno a dare risposta, nel cuore del Teatro Farnese stesso, Bruno Adorni e Carlo Mambriani, storici dell’architettura dell’Ateneo di Parma, anche grazie ad una videoproiezione.

L’appuntamento dedicato alla storia e all’architettura del primo teatro barocco d’Europa, monumento simbolo della città di Parma, segna anche la ripresa dopo la pausa estiva delle celebrazioni per i 400 anni del Farnese che nel corso del 2018 hanno previsto numerose iniziative di valorizzazione del monumento, con un programma che coinvolge le forze cittadine e le istituzioni culturali della città e della Regione.
Le proposte articolate tra diversi target di pubblico, rivolgendosi ora ai bambini e alle famiglie, ora agli specialisti di musica barocca, fino a un pubblico attento al teatro sperimentale, hanno l’obiettivo di offrire un approccio interdisciplinare allo studio dell’edificio e del suo utilizzo nel corso dei quattro secoli della sua esistenza, volto a promuovere e il dialogo interculturale e la massima accessibilità, oltre che buone pratiche per la conservazione e la salvaguardia del patrimonio, attraverso fasi di ricerca e di studio e progetti di riallestimento e riqualificazione dello spazio teatrale che tengano conto del contesto storico.

Per i partecipanti alla conferenza l’ingresso al Teatro Farnese è gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Organizza la tua visita
Il Complesso monumentale
Opere e Collezioni
I Servizi

EVENTI E NOVITÀ

Torna in cima